INRI RECORDS # Il Nuovo Rumore Italiano

VIVA LION

Viva Lion è il duo folk di Daniele Cardinale e Marco Lo Forti, musicisti romani da anni attivi nella scena rock locale.
Nasce come progetto solista di Daniele. Nel 2009 si trasferisce in Canada, lascia l’indie per dedicarsi al folk e al rientro in Italia entra a far parte del roster di Cosecomuni

, l’etichetta dei Velvet.
“Cercavo una sintesi ai miei ultimi anni in giro per il mondo. Viva è una parola usata sia in lingua inglese, che in lingua spagnola e italiana. Lion è il leone: il mio nome di battesimo è quello del profeta Daniele dell’Antico Testamento, che fu ingiustamente condannato a morte e gettato nella fossa dei leoni. Fu trovato sano e salvo la mattina dopo con i leoni trovati addormentati accanto a lui”. Viva Lion è un invito ad accettare le difficoltà con atteggiamento positivo, perché possono essere un’occasione fertile di crescita. Viva il leone, è un atteggiamento di sfida alle contrarietà.
Nel Settembre del 2012 parte per un mini tour californiano insieme a Claudio Falconi, chitarrista dei Grannies Club. San Diego, Santa Monica, Venice, Los Angeles fino al leggendario House Of Blues di Hollywood, invitati da una booking agency locale. Al Joshua Tree National Park girano un live in compagnia di Megan Pfefferkorn, talentuosa cantante folk cresciuta tra Virginia e California.
Suonano ovunque, quasi tutti i giorni, nei club, nei negozi e nelle case.
Il 25 gennaio 2013 esce “The Green Dot Ep”, l’ep d’esordio prodotto da Pierluigi Ferrantini e Alessandro Sgreccia e masterizzato da Chris Fogal al Black In Bluhm di Denver, CO.
“The Green Dot Ep” è un concept basato su una relazione a distanza Roma-Los Angeles. Le canzoni sono state scritte in poche settimane: ogni settimana Daniele suonava via Skype una delle canzoni alla sua fidanzata californiana, un modo originale di mantenere vivo un difficile, seppure intenso e sincero, rapporto a distanza (7000 miglia). Le canzoni, in maniera più o meno velata, parlano della dedizione, della speranza, del “commitment” e delle difficoltà di un rapporto complicato dalla lontananza e facilitato dalla tecnologia. The Green Dot, il punto verde, è il segnale di “camera on” del Macbook o di qualsiasi laptop.
Non ci sono batterie, tutte le percussioni sono suonate battendo mani e piedi, usando il legno e altri oggetti trovati in studio.
Ogni traccia (ad eccezione di “The Thrill”, che è l’unico brano con un testo più malinconico e disperato, nel concept è il momento di difficoltà del protagonista) ha un ospite: pur essendo una “one man band”, l’idea è quella di coinvolgere amici e musicisti di tutto rispetto, infatti Viva Lion viene presentato anche come una family, un collettivo. Per la produzione e promozione dell’ep vengono coinvolti il graphic designer Federico Antonini, i videomakers de Il Polimorfo e la fotografa turca Ozge Sahin. Roads Collide, Gipsy Rufina, Megan Pfefferkorn e i Velvet sono gli ospiti delle 5 tracce del disco.
The Thrill è il primo singolo scelto, accompagnato da un video girato a Roma, seguito da “Goodmorning/goodnight” feat. Megan Pfefferkorn. Il video viene girato a Los Angeles dallo stesso Claudio Falconi insieme a un team di videomaker colombiani e americani ed entra nel circuito di MTV New Generation. Entrambi i video escono in esclusiva per XL Repubblica.
Tornano in California nel 2013 e suonano nello storico Viper Room di Los Angeles. Il tour viene raccontato con un video diary pubblicato anche questa volta in esclusiva per XL di Repubblica.
Con l’uscita dell’ep VL! diventa un duo con l’ingresso del polistrumentista Marco Lo Forti.
120 concerti a supporto dell’ep tra Italia, Spagna e Stati Uniti.
Aprono i live degli americani Moving Mountains e The Ferocious Few, degli inglesi Turin Brakes, e degli italiani Velvet, Kutso e Levante.
Hanno suonato al The Viper Room di Hollywood, al Cafè Berlin di Madrid e all’Auditorium Parco della Musica di Roma (in apertura a Levante).
Rilasciano un’anteprima del disco in esclusiva per Balcony Tv con il brano “Castles” e suonano dal vivo i nuovi brani in versione acustica.

Attualmente hanno concluso le registrazioni del primo full album, in uscita nel 2015 per l’etichetta torinese INRI.